Marcella Bella vs Donatella Rettore: “Una pazza invidiosa di me, sembrava un travesta”

Le parole di Marcella Bella, intervistata su Radio Club 91 all’interno del programma “I Radioattivi”, stanno facendo il giro della Rete. Motivo di tanto scalpore sono le dichiarazioni rilasciate dalla cantante riguardo alla collega Donatella Rettore: tra le due non è mai corso buon sangue, ma gli anni avrebbero dovuto/potuto spazzare via ogni contrasto, invece, a quanto pare, non è così. “E’ una pazza – ha dichiarato Marcella Bella riferendosi alla Rettore – era invidiosa di me perché era una pertica di 1,80 e con i tacchi sembrava un travesta“.

La cantante ha poi proseguito “sparando a zero”: “Una bionda secca secca con i labbroni a canotto. Mi criticava per il mio abbigliamento e i tacchi alti, salvo poi presentarsi vestita da angelo con le ali a Sanremo. Non riesco a porgere l’altra guancia a nessuno anche perché non voglio farmi venire il mal di fegato”. I conduttori di Radio Club 91, tanto per mettere altra carne al fuoco, hanno inoltre fatto presente a Marcella che la stessa Rettore, intervistata proprio da loro, avrebbe recentemente rilasciato dichiarazioni poco piacevoli su Vasco Rossi.

“Ogni giorno si sveglia e deve parlare male di qualcuno”, questo il commento della Bella rispetto alla questione. Per capire le radici di tanto astio tra le due artiste, basti pensare ad un video del tg Rai (che vi mostriamo di seguito) realizzato durante un Festival di Sanremo degli anni ’80, in cui le due “prime donne” si sono lasciate andare ad un piccolo battibecco che ha reso un po’ più divertente e interessante il servizio di Vincenzo Mollica.

Ma Bella ha avuto anche modo di parlare della sua musica, toccando proprio l’argomento Sanremo e ricordando un brano da lei presentato durante la kermesse nel 1987, Tanti auguri, il cui testo venne scritto da Gino Paoli, anche se all’epoca Paoli volle tenere nascosta la “paternità” del brano: “Non voleva che si sapesse – ha spiegato Marcella – all’epoca si sentiva un cantautore molto impegnato ed era contro il Festival di Sanremo, anche se dopo tre anni ci andò, né rinunciò ai diritti della canzone che mi aveva scritto”. A questo punto, però, si attende una risposta ufficiale da parte di Donatella Rettore, che potrebbe arrivare tra non molto tempo…

Foto:

Impostazioni privacy