Davide Merlini, da X-Factor a Shakespeare…

Continueranno a chiamarlo ‘er caldaia? Difficile, perché l’etichetta, spesso, dura lo spazio di un talent. Quel che conta è l’etichetta discografica, è la fiducia di chi crede in te. Davide Merlini passa da X-Factor a Romeo e Giulietta: due storie d’amore, ma parecchio lontane tra loro. Dopo Sky ecco l’occasione concreta di un palco e di un pubblico, un musical per iniziare a farsi le ossa. Tutto questo a partire dal prossimo autunno: cantare, ballare, recitare. Una missione difficile, ma non impossibile: così, grazie anche a David Zard (produttore dello spettacolo), vedremo se l’autodidatta di Marostica perderà il vizio di cantare col singhiozzo

GUARDA LE FOTO DI DAVIDE MERLINI

A guardarlo così, con quei capelli tutti da una parte, sembra essere uscito da un vecchio college americano: ricordate il Clark Kent dei primi anni? Eccolo qui, redivivo. Prossimamente Davide Merlini sarà Romeo nell’opera musicale “Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo” prodotta da David Zard. Partenza dall’Arena di Verona (2 e 3 ottobre) e poi a Roma al Gran Teatro (dal 18 ottobre). Autunno caldo, non c’è che dire. Giulietta sarà invece interpretata da Giulia Luzi (“I Cesaroni” e “Un medico in famiglia”). Gli auguriamo di cantare sul palco, semplicemente, non sopra una scala…

Dopo il successo di “Notre Dame de Paris“, David Zard produce l’opera musicale tratta dal capolavoro di William Shakespeare: la versione italiana è a cura di Vincenzo Incenzo (autore di alto profilo già noto al mondo della musica leggera) e alla regia c’è Giuliano Peparini, nominato da poco direttore artistico del serale di “Amici“.
Come dicevamo nell’intro, Davide è un autodidatta, prima di X-Factor aveva avuto un rapporto quasi distaccato con la musica: fa venire in mente un monologo di Rosario Fiorello, a proposito di Talent. Per il resto, il prossimo autunno andremo a vedere Davide a teatro, siamo certi che farà una buona figura.

(foto by kikapress.com)

Impostazioni privacy