Zayn Malik, arriva la smentita: nel suo disco nessuna collaborazione con Jamie Scott

Emergono novità circa i rumors circolati in Rete nei giorni scorsi su un presunto “furto artistico” operato da Zayn Malik ai danni dei One Direction, la sua ex band. E’ stata diffusa infatti sul Web la notizia secondo cui Zayn avrebbe chiamato a lavorare con sé, per il suo primo album da solista, Jamie Scott, autore di successi dei 1D come More than this e Midnight Memories.

Un fatto che non è stato visto di buon occhio da molti Directioners e dai media che se ne sono interessati, quasi come fosse un colpo basso operato da Malik nei confronti dei suoi amici. Come abbiamo specificato in QUESTO ARTICOLO, però, si è trattato principalmente di un’indiscrezione pubblicata da numerosi tabloid anglosassoni (Mirror in prima fila) e testate on line italiane, comunque niente di ufficiale.

La nostra redazione è entrata infatti in contatto con Anna Meacham, dell’agenzia di public relation Purple, che si occupa dell’immagine di Zayn e di molti altri Big della musica internazionale. E’ così che siamo venuti a sapere che la notizia sarebbe totalmente infondata, chiarendo definitivamente ogni dubbio al riguardo. “Posso confermare che l’informazione è completamente falsa – ha specificato la Meacham – non c’è nessun piano del genere in programma”.

Queste parole arrivano a confermare il fatto che non c’è alcuna tensione tra Malik e i 1D, nonostante le tante ipotesi e teorie più o meno infondate che trapelano spesso on line, inevitabile “altro lato della medaglia” legato alla popolarità dei soggetti coinvolti. L’unica cosa davvero certa, a questo punto, è che l’attesa dei fan di Malik per la sua nuova musica cresce, speriamo che un album (o un singolo) non tardi ad arrivare. Forse solo una copia del suo disco potrebbe mettere a tacere tutti e lasciare che a parlare sia solo la musica.

Foto: Twitter

Impostazioni privacy