80 anni di Elvis: playlist dei fan e grandi eventi

“Buon compleanno, Elvis”, cantava Ligabue vent’anni fa, ed è proprio il caso di rispolverare questo famoso ritornello perché oggi, 8 gennaio 2015, il re del rock avrebbe compiuto 80 anni, se fosse ancora vivo. Tanti gli appuntamenti per i fan di questa intramontabile icona scomparsa a Memphis nell’agosto del 1977, in giro per i locali di tutto il mondo ma anche in rete. Come la campagna Spotify #Elvis80: The Fan Favorites, che permette di ascoltare i suoi più grandi successi e votare il proprio brano preferito, per generare poi la playlist ufficiale dell’80° compleanno del re del rock.
Ma oggi è anche il giorno della nascita del sito ElvisTheMusic.com, che promette di diventare un vero punto di riferimento per i fan, raccogliendo tutte le news e le informazioni ufficiali sulla sua eredità artistica.

ELVIS PRESLEY: INEDITO LIVE “JUST CAN’T HELP BELIEVIN'” (VIDEO)

Non solo: la Legacy Recordings ha deciso di celebrare “The King” rimasterizzando su iTunes The Complete ’60s Albums Collection Vol.1. Per i veri appassionati, o comunque per chiunque possa concedersi un viaggio a Londra, fino al 31 agosto la capitale inglese ospiterà all’O2 Arena l’impressionante retrospettiva “Elvis at The O2: The exhibition of his life”. Direttamente da Graceland, la residenza di Elvis a Memphis, meta di “pellegrinaggio” per milioni di turisti e fan, centinaia di dischi, abiti di scena e altri memorabilia sono stati messi a disposizione della mostra e del suo pubblico. Ma l’evento clou della giornata è quello che si terrà a Graceland, con Priscilla Presley a fare gli “onori di casa”. I fan nostrani che non potranno partecipare in prima persona a tale prestigiosa cerimonia potranno però seguirla su Graceland Livestream dalle 16.15 ora italiana.

Le cause del decesso di Elvis sono state oggetto di numerosi dibattiti, tante le ipotesi che sono state fatte al riguardo e poi c’è chi ha sostenuto che la sua dipartita fosse solo una ben congegnata messa in scena volta a tirarlo fuori una volta per tutte da quello show business che ormai lo aveva fagocitato e reso debole. C’è addirittura chi ha sostenuto di averlo visto in carne e ossa in varie parti del mondo. Di sicuro c’è che la sua musica lo ha reso in qualche modo immortale, sempre presente grazie a quell’inconfondibile voce che, come avviene solo con i grandi protagonisti della musica, lo faranno sempre essere presente ad ogni nota emessa da radio, stereo o palco del mondo.

Foto: Comunicato stampa

Impostazioni privacy