Omicidio aggravato, il rapper Rot Ken in manette

Ennesimo fatto di sangue negli ambienti americani del rap, ed ennesimo rapper in manette con l’accusa di omicidio è il 24nne Rot Ken

Non passa settimana senza che la cronaca americana non offra un’altra notizia drammatica che arriva dal mondo del rap e delle crew. E nemmeno questa settimana fa eccezione.

Rot Ken arrestato per omicidio

A distanza di pochi giorni dalle ricorrenze per il quinto anniversario della morte di XXXTentacion, assassinato fuori da una concessionaria di moto in Florida il 18 giugno 2018, anche Rot Ken, artista 24enne sotto contratto con la Internet Money finisce in manette con l’accusa di omicidio aggravato. L’indagine segue una doppia sparatoria avvenuta ad Augusta, in Georgia, alcuni giorni fa.

Secondo le accuse, diffuse dall’agenzia locale Augusta Press, Rot Ken – il cui vero nome è Kenneth Williams, 24 anni – sarebbe stato identificato insieme ad un altro uomo coinvolto in una sparatoria avvenuta nel centro di Augusta ad aprile. Si sarebbe trattato di un vero e proprio agguato.

Il rapper e un suo complice, a bordo di un’auto avrebbero inseguito e fermato una macchina facendo fuoco parecchie volte con armi automatiche.

Una delle due persone a bordo, Usaini Yunusa, è morta. L’autista dell’auto, poi identificato come Kobe Burns, è stato ricoverato in ospedale in gravissime condizioni ma è sopravvissuto dopo due delicati interventi chirurgici.

La foto segnaletica di Rot Ken dopo l'ennesimo arresto
La foto segnaletica di Rot Ken dopo l’ennesimo arresto – Credit Augusta Police (velvetmusic.it)

Gravi accuse, andrà a processo

La procura di Augusta ha ufficializzato numerose accuse nei confronti di Rot Ken e del suo complice: omicidio, aggressione aggravata, possesso di un’arma da fuoco. Ma le autorità inquirenti non hanno reso noto il nome del secondo uomo sospettato di omicidio e autore dell’agguato. Non

è chiaro che cosa sia successo e quale sia il motivo di un’aggressione tanto violenta. Ma secondo alcune testimonianze sembra che tutto sia nato per una stupida questione di viabilità.

Burns, 20 anni, pare fosse ubriaco e avesse in qualche modo urtato o danneggiato l’auto del rapper e del suo complice in un piccolo tamponamento. Di qui l’inseguimento e la sparatoria. Anche se gli inquirenti stanno verificando che non si sia trattato di un omicidio premeditato o commissionato.

Burns, ricoverato in gravi condizioni sia per i colpi di pistola che per l’incidente stradale successivo alla sparatoria, è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza.
Rot Ken era già agli arresti per rapina, furto con scasso e possesso di arma da fuoco ed è stato inizialmente incriminato per violazione della libertà vigilata prima di tornare dietro le sbarre con l’accusa molto più grave di omicidio.

Impostazioni privacy