Cardi B, dopo le accuse e la denuncia un sospiro di sollievo

C’è uno sviluppo fondamentale che riguarda le gravi accuse piovute addosso a Cardi B dopo il controverso episodio di un microfono lanciato addosso a uno spettatore 

Cardi B non dovrà affrontare accuse penali dopo che la polizia di Las Vegas ha definitivamente chiuso e archiviato abbandonato le sue indagini sull’incidente avvenuto nel corso di un concerto della rapper statunitense che aveva lanciato il proprio microfono addosso a una fan.

L’episodio, che risale alla settimana scorsa, è avvenuto dopo che un altro spettatore presente allo show di Cardi B le aveva gettato addosso un bicchiere colmo di acqua e di ghiaccio.

Cardi B e il lancio del microfono

Le immagini di quanto accaduto sono immediatamente diventate virali, non solo perché l’episodio arriva in un momento di confronto piuttosto acceso per incidenti molto simili anche in altri concerti di grande importanza e rilievo. Ma soprattutto per quella che è stata la reazione di Cardi B, che poteva avere conseguenze serie. Anche di carattere penale.

“Dopo un esame approfondito di questo caso e grazie anche alla consulenza dell’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Clark, questo caso è stato chiuso in quanto privo di prove sufficienti” si legge nella dichiarazione della polizia di Las Vegas che aveva acquisito tutte le immagini video e un gran numero di testimonianze.

Sia per fare luce sull’uomo che aveva gettato il bicchiere colmo d’acqua addosso alla rapper, sia per capire le reali conseguenze della reazione del rapper. Subito dopo l’accaduto una donna, che sosteneva di essere stata colpita al volto dal microfono della cantante, aveva avviato una causa di risarcimento per i danni subiti.

Una bella immagine di Cardi B su un red carpet
Una bella immagine di Cardi B su un red carpet – Credits ANSA (VelvetMusic.it)

Ma in un secondo momento la polizia ha escluso che per Cardi B ci possano essere conseguenze. “Nessuna accusa sarà depositata in relazione a questo caso”, ha scritto tuttavia la polizia nel suo rapporto.

Un episodio molto discusso

Tuttavia l’episodio ha lasciato un segno importante su Cardi B, attaccata duramente dalla stampa per la sua reazione. Nel tentativo di risollevare la sua immagine pubblica, con un’azzeccata campagna di marketing il microfono lanciato da Cardi B è stato messo all’asta per beneficenza su eBay. Al momento le offerte per il microfono hanno raggiunto i 100mila dollari, l’asta si chiuderà definitivamente domani.

Questo incidente è stato l’ultimo di un numero in cui agli artisti sono stati lanciati oggetti mentre erano sul palco.

Cardi B, aggredita, ma potrebbe dover rispondere di aggressione
Cardi B, aggredita, ma accusata di aggressione – Credit ANSA (VelvetMusic.it)

A giugno, Bebe Rexha ha avuto bisogno di punti di sutura in faccia dopo essere stata colpita con un telefono da uno spettatore a Chicago. In seguito all’incidente, un uomo di 27 anni è stato arrestato e accusato in relazione all’attacco. L’uomo in questione ha detto alla polizia… “Stavo cercando di vedere se potevo colpirla con il telefono alla fine dello spettacolo perché pensavo fosse divertente diventare virale sui social con un video…”

Troppi casi eccessivi

Anche Ava Max è stata schiaffeggiata in faccia, mentre l’artista country-pop Kelsea Ballerini è stata colpita in faccia da un braccialetto. Un vaporizzatore ha colpito Drake durante la serata di apertura del suo tour It’s All a Blur. Alcuni giocattoli sessuali sono stati lanciati a Lil Nas X durante il suo show. Adele a Las Vegas ha avuto parole fortissime su questa nuova abitudine dei fan dicendosi pronta a uccidere (scherzando…) chiunque dal pubblico le lanciasse oggetti.

L’incidente di Cardi B si chiude dunque con un nulla di fatto ma dopo una settimana che è costata parecchia preoccupazione alla controversa artista rap.

Impostazioni privacy