Lazza, il rapper atipico che ha conquistato anche le mamme: il talento nascosto che solo i veri fan conoscono

Lazza, la formazione classica del rapper ha conquistato davvero chiunque: la sua musica è ricca di cultura, e le famiglie lo ammirano anche per questo.

La scena della musica rap e trap in Italia si arricchisce costantemente di nuovi talenti, e Lazza, all’anagrafe Jacopo Lazzarini, è sicuramente uno degli artisti più originali e apprezzati del panorama musicale italiano.

Con il suo album “Re Mida”, Lazza ha raggiunto il vertice delle classifiche dei dischi più venduti, conquistando una vasta fetta di pubblico grazie alla sua proposta musicale di qualità.

Lazza, il duro percorso al Conservatorio

Ciò che rende Lazza unico nel panorama dei rapper italiani è la sua formazione classica. Fin da piccolo, Lazza ha mostrato una passione per la musica, grazie anche all’influenza del nonno che gli suonava la fisarmonica. A dieci anni ha iniziato a prendere lezioni di pianoforte e ha studiato con impegno sia a scuola che al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano.

Lazza
Lazza (Ansa.it, Velvet Music)

L’iscrizione al Conservatorio è stata una scelta personale di Lazza, desideroso di approfondire la sua formazione musicale. Ha frequentato il Conservatorio fino all’età di 19 anni, ma purtroppo non è riuscito a completare gli esami di ammissione, un rammarico che lo accompagna ancora oggi. Il percorso alla scuola di musica non è stato facile per il ragazzo, che si è spesso sentito una “pecora nera” tra i compagni di studio a causa del suo modo di vestire e del suo interesse per il rap. Tuttavia, è riuscito a conservare un’amicizia speciale con un compagno di banco, Emanuele Fasano, pianista di musica leggera.

Un rap unico nel suo genere

Le canzoni di Lazza sono densamente popolate di citazioni e riferimenti culturali, frutto della sua curiosità e del suo amore per la lettura e il cinema. La musica classica è sempre stata una parte importante della sua vita, e il suo amore per Chopin è talmente profondo da essersi tatuato il volto del compositore sul polpaccio. Nonostante ciò, l’artista ha iniziato a fare rap fin da giovane, partecipando a concerti di freestyle a soli 12 anni. Ha coltivato la sua passione per il rap insieme alla sua formazione classica, viaggiando su due binari paralleli.

Lazza
Lazza (Ansa.it, Velvet Music)

Lazza si sente consapevole del fatto di essere un modello per i ragazzi e cerca di trasmettere loro messaggi positivi. Con il suo esempio, invita i giovani a mettersi in gioco, a darsi obiettivi e a perseguirli con impegno, proprio come ha fatto lui con la musica.

Impostazioni privacy