Metallica, Kirk Hammett: “iTunes e social network? Una vergogna”

La musica è stata distrutta da cose come iTunes, le piattaforme di streaming e i social network. Hanno distrutto la voglia di andare là fuori e cercare di registrare il miglior disco possibile“. Dichiarazioni al vetriolo di Kirk Hammett, chitarrista dei Metallica. Un attacco al sistema, non un colpo di stato, ma sicuramente una presa di posizione ferma e rigida nei riguardi di un meccanismo ormai standardizzato. Non è la prima volta che la band ha da ridire contro il mondo della musica, o meglio, contro chi sta dietro l’organizzazione di eventi e operazioni promozionali, contro coloro che gestiscono i talenti e la produzione di dischi nuovi, diversi, originali. Anni fa la formazione guidata da James Hetfield se la prendeva con Napster: di certo non li si potrà accusare di incoerenza…

GUARDA LE FOTO DEI METALLICA

Napster ha rappresentato il primo, vero esperimento di file sharing su larga scala. La sua nascita non ha reso felici formazioni già in voga sul pianeta musica, Metallica su tutti. In epoca moderna è sempre il concetto di “evoluzione” a non andare giù alla metal band statunitense: le piattaforme che hanno sostituito quelle di file sharing sui pc, social network e servizi di streaming musicale, queste sono mal sopportate da Kirk Hammett e compagni.

[nggallery id=530 images=5]

A tal proposito, proprio le dichiarazioni di Hammett a una radio brasiliana (R7, ndr.) non possono prestarsi a una seconda lettura: “Non ci sono davvero tante band, di questi tempi, che abbiano mantenuto le promesse fatte al debutto, credo sia preoccupante. La musica è stata distrutta da cose come iTunes, le piattaforme di streaming e i social network. Hanno distrutto la voglia di andare là fuori e cercare di registrare il miglior disco possibile. E’ una vergogna“.

(foto by kikapress.com)

Impostazioni privacy