Bob Dylan, concerti in Italia: stasera a Milano, poi Roma e Firenze

Se fosse un oggetto, andrebbe subito messo all’asta. Alla quale noi di certo non potremmo partecipare, viste le cifre in gioco: Bob Dylan resta un incanto, per quello che ha rappresentato. Torna in Italia, per alcuni concerti dal vivo: fa notizia per la sua musica, anche quella più recente, per quanto i suoi capolavori siano scolpiti nella memoria di qualsiasi consumatore di suoni e di note. Subito Milano, da questa sera, fino al 4 Bob sarà in scena agli Arcimboldi, poi Roma (5 e 6) e chiusura a Firenze, l’8 novembre. Intanto, a proposito di aste, il 6 dicembre Christie’s metterà all’incanto la leggendaria Fender Stratocaster del 1964, quella che Dylan suonò sul palco del Newport Folk Festival il 25 luglio del 1965…

Sempre in viaggio

Sei date, Bob Dylan torna in Italia: si parte questa sera agli Arcimboldi di Milano (da oggi fino al 4), poi Roma, il 6 e il 7 all’Atlantico live, infine l’8 novembre a Firenze. La capitale lo aveva già visto protagionista qualche anno fa: era il 5 gennaio del 1963 quando l’allora semi-sconosciuto Bob Dylan portò voce e chitarra al celebre Folkstudio, quello di Venditti, De Gregori e Rino Gaetano. E pensare che lui si trovava a Roma per motivi di cuore, alla ricerca della sua fidanzata Suze Rotolo (studiava a Perugia, ndr.).

I concerti italiani

Un foglio di carta, 15 o 20 pezzi da mettere in scaletta. Il pubblico italiano si aspetta molto da Bob Dylan, a Milano la febbre sale ora dopo ora. La scelta dei brani da proporre è ‘volatile’, difficile fare previsioni e/o pronostici: con lui ci sarà il mitico bassista Tony Garnier, tutti gli altri musicisti lo accompagneranno nell’esecuzione delle sue canzoni più recenti, quelle degli ultimi dischi (“The tempest”, 2012, e “Love and theft”, del 2009).
“Blowin in the wind”, “Time they are a changin”, “Mr Tambourine man”. Tranquilli, non mancheranno. Probabilmente Dylan si divertirà a stravolgere un po’ i suoi brani più ‘storici’, l’attesa è altissima anche per questo motivo.

Un altro incanto, asta per Bob…

Il 6 dicembre, tra circa un mese e a un mese dalla sua tournée italiana, la sua chitarra sarà messa all’asta da Christie’s: la famosa Fender Stratocaster usata durante l’esibizione più controversa della sua carriera. Tra i 300 e i 500 mila dollari, questo il prezzo base, qualcuno offre di più?

(foto by kikapress.com)

Impostazioni privacy