X-Factor 7: Violetta Zironi tra Mika, Jovanotti e l’ukulele [VIDEO]

Tre giorni fa ha cantato Jovanotti (“Le tasche piene di sassi”, ndr.) e lui, poche ore dopo, si è detto curioso di dare un’occhiata alla performance. Lo diciamo da un mese, Violetta Zironi salirà sul podio di X-Factor 7. Noi, critici musicali e novelli bookmaker di periferia che proviamo a fare due conti con il talento di questi ragazzi. Per non confonderla con la più celebre omonima targata Disney, la produzione Sky ha optato per lo pseudonimo “Viò”. Né lei, né Mika hanno- alla lunga – gradito questa pensata e così le cose dovrebbero tornare alle origini. Quel che conta è che questa “signorina” ha 18 anni e viene da Correggio, patria di Ligabue: poco rock e molto country, con tanto di ukulele fido compagno di palco, scippatole in queste prime due settimane di Live Show…

GUARDA LE FOTO DEL 1° LIVE SHOW

GUARDA LE FOTO DEL 2° LIVE SHOW

[nggallery id=750 images=5]

X-Factor 2013 ha già messo da parte almeno tre elementi di alto profilo, per i quali sembra facile pronosticare un futuro nell’universo musicale italiano. Parliamo di Michele Bravi, Valentina Tioli e Violetta Zironi. Quest’ultima, classe 1995, dichiara di suonare nei locali solo da un paio d’anni (oltre a birrerie, feste, sagre e festival musicali), nella sua breve carriera anche un EP e – soprattutto – busking in strada. Egregia polistrumentista, nonostante l’età, Violetta si disimpegna tra piano, chitarra, ukulele e banjo.
Adora le canzoni della tradizione britannica, se chiudi gli occhi e senti la sua voce ripensi ai ‘negri che son nati in Louisiana’, ai campi di cotone, al Mississipi, a Willie Nelson. Sì, le coordinate – più o meno – sono queste.
La dolcezza di Viò (ahi, ci è scappato) si fa sentire anche ne “I sogni son desideri”, suo cavallo di battaglia, tratto da Cenerentola, anche se è “Shortin’ bread” il pezzo che ha conquistato tutti e subito…

Riportiamo, in coda, le canzoni che ha definito come quelle più importanti della mia vita: Amazing Grace (canzone tradizionale scozzese), Jackson – Johnny Cash, All I Could Do Was Cry – Etta James, Mystery Train – Elvis Presley, Loch Lomond (canzone tradizionale scozzese). Mica male la conterranea del Liga.

(foto by kikapress.com)

Impostazioni privacy