Fedez e Two Fingerz, “La cassa dritta” [VIDEO UFFICIALE]

La cassa dritta ha sempre ragione. Guai a contraddire Danti, Roofio e Fedez, amichevole guest di questa nuova avventura targata Two Fingerz. Nuovo singolo uscito lo scorso 16 dicembre in tutte le radio e i digital store, adesso anche accompagnato da un videoclip invero interessante: allo scasso, sfasciacarrozze o definitelo come vi pare, i tre si ritrovano per questo inno agli anni ’90, al tempo in cui simboli della cultura giovanile erano il giubbotto Essenza, le ore piccole passate in discoteca e le droghe sintetiche. Si vuole, così, rendere protagonista la gente comune, improvvisamente a contatto con un invisibile demone della cassa dritta. Visionario, rumoroso, disordinato: il video coinvolge dall’inizio alla fine…

“La cassa dritta”, come detto, è nelle radio e nei digital store dallo scorso 16 dicembre: ci sono i Two Fingerz, Danti e Roofio, c’è anche Fedez. Con questo pezzo il duo rap brianzolo anticipa il nuovo album che sarà disponibile a partire dal 4 febbraio 2014. Il videoclip ha la partenza sprint di un ragazzo che fa colazione seduto sulla tazza del bagno, poi esplode con tutti e tre che si lanciano a colpi di ideali yo-yo da un’area di rottamazione. Protagoniste sono quelle persone che, una volta possedute dal demone della cassa dritta, si mettono a ballare in mezzo alla strada, a casa o sul posto di lavoro: “Prima c’era Neffa con il boom boom cha, poi Fibra Fibra sempre boom boom cha, poi c’è stato Marra, Badabum cha cha, io non voglio farvi cambiare opinione, ma la cassa dritta fra ha sempre ragione…“.

Cos’è la cassa dritta?

La cassa dritta è elemento alla base della musica di questi ultimi trent’anni: termine caro all’universo Techno, sta a indicare una cassa che, dall’inizio alla fine del brano, batte lo stesso ritmo senza modulazioni o pause di nessun tipo. Come abbiamo detto in apertura, era molto in voga nella disco degli anni ’90: oggi i Two Fingerz e Fedez hanno pensato di renderle omaggio con un inno rappato: nel testo presente anche una certa critica (e auto-critica) nei confronti del mondo discografico.

(screenshot by YouTube)

Impostazioni privacy