Nesli, Andrà tutto bene: il teaser del videoclip

Sarà in radio da venerdì 28 novembre Andrà tutto bene, il nuovo singolo di Nesli che anticipa l’omonimo album di inediti previsto per gli inizi del 2015 . Ed ecco arrivare, girato da Marco Salom (che ha curato anche la regia dell’ultimo singolo della cantante Chiara Galiazzo), il teaser del videoclip, disponibile sul canale youtube in una versione ridotta di 40 secondi. Pochi fotogrammi che fanno ben intuire la mutazione scenica che sta attraversando il cantante dal 2000. Sempre più fuori dall’etichetta rap, dalle sue idee e dal mondo che lo circonda, il Nesli che appare oggi è un ragazzo che sembra essere molto cresciuto da quando nel 2003 usciva con con Ego, il suo primo album.

A due anni di distanza dall’ultimo lavoro, torna dunque sulle scene musicali il fratello minore di Fabri Fibra (con il quale sembra non avere più rapporti dal 2008), con un brano che ne consacra la nuova veste di cantautore pop. Guidato dal suo produttore Brando e da un nuovo team formato dalla Production House Go Wild Music e dall’etichetta Universal Music, Nesli  il poeta punk del rap, dà voce ad un nuovo e personale universo artistico ormai in continua evoluzione.

Sono passati undici anni dal primo disco, come dicevamo, e Nesli oggi può vantarsi di aver raggiunto una certa maturità sia come artista che come autore di brani. Già il titolo del suo ultimo album sembra un augurio di buon auspicio per questo incerto e offuscato millennio. La sua eterna voglia di scrivere una musica per niente semplice e mai banale si sposa perfettamente con la sua profonda passione per il rock, la melodia undergorund e il sound britannico degli anni ottanta.

In attesa di vedere il 28 novembre il video completo online è possibile seguire il cantante di Senigallia sui Social Network. Anche lui come molti suoi colleghi è molto attivo sui principali social attraverso i quali pubblica e condivide in tempo reale tutte le novità legate al suo ultimo disco Andrà tutto bene.

Foto By Ufficio Stampa

Impostazioni privacy