Club Dogo, “Lisa”: arriva il secondo “trailer” in attesa del video finale [VIDEO]

Non Siamo Più Quelli Di Mi Fist è l’album che segna il ritorno dei Club Dogo sulla scena musicale, ma è anche un modo di dire, un titolo che in modo provocatorio rievoca il primo album, Mi Fist appunto, che nel 2003 segnò la loro nascita. I “ragazzi” sono cresciuti e voltano pagina, sembra indicare il titolo nel nuovo disco, questa che sta per cominciare è un’altra storia. La storia del loro tour che sta facendo il pienone ovunque (QUI LE DATE IN CALENDARIO), la storia di un gruppo che, a due anni dal loro ultimo album, ha riconquistato subito la cima della classifica Fimi-Gfk, anche grazie ai successi ottenuti dai singoli che hanno anticipato l’uscita dell’album, Weekend e Fragili feat. Arisa (GUARDA IL VIDEO UFFICIALE).

I Club Dogo hanno dalla loro parte un pubblico che non li molla nonostante il passare degli anni, che accetta la sfida non pronunciata: “Vediamo cosa c’è dopo Mi Fist”, sembrano dire con un sorriso i loro fan. Il gruppo sta per regalare loro altre sorprese, per questo 2015. Tanto per cominciare un nuovo appuntamento live a Firenze: venerdì 9 gennaio tutti all’Obihall di Lungarno Aldo Moro dalle ore 21,15 (costo del biglietto 18 euro, prevendite su Mailticket.it, Boxofficetoscana.it e Ticketone.it). Non solo: a breve arriverà il video di Lisa, uno dei singoli più amati dai fan. In attesa dell’uscita del videoclip, però, i Club Dogo fanno cuocere il pubblico “nel loro brodo” e stanno postando sulla loro pagina Facebook brevi anticipazioni che tengono tutti sulle spine. Dopo il primo capitolo di Lisa (che trovate qui sopra),arriva infatti in rete anche la seconda parte, che riportiamo qui di seguito.

I fan ormai sembrano essere cotti “a puntino”, visti i loro commenti: “Mettete il video, che è mesi che lo aspettiamo, “La base è qualcosa di spettacolare”, “Fate uscire il video dai!”, “Credo che uscirà qualcosa di fantastico. Intanto sul monitor scorrono altre immagini con lei, la bella Caterina Shulha, protagonista del video in queste vesti un po’ “inquietanti” che a qualcuno hanno fatto pensare subito a un film horror. Non rimane che attendere, quindi, per scoprire una volta per tutte il risultato finale.

Foto: Facebook

Impostazioni privacy