Dj Giuseppe di Radio 105 arrestato per possesso di droga: patteggia sei mesi

Dj Giuseppe (una delle voci più famose di Radio 105) è stato arrestato per detenzione di marijuana, possesso ingiustificato di un tesserino della polizia falso ed anche di una radio delle forze dell’ordine. I carabinieri di Milano l’hanno bloccato dopo che lui ha finto di essere “un poliziotto dell’antiterrorismo“. E’ avvenuto ieri, lunedì 2 marzo, intorno alle 20 a Milano e per la precisione in piazza Dergano. Luciano Fronti (questo il suo vero nome) è stato avvicinato dalle guardie perché incuriositi dal suono di una radio simile a quella usata da loro in servizio. Non avendo notato colleghi in giro, allora si sono insospettiti. Fronti ha risposto prontamente alle loro domande presentandosi come un “agente speciale” e mostrando un tesserino.

I poliziotti non hanno apprezzato lo scherzo e durante la perquisizione hanno trovato anche una pistola scacciacani senza tappo rosso. E’ stato portato in carcere per questo motivo? In realtà è tutta colpa di una “modesta” quantità di marijuana (14 grammi) successivamente trovata a casa dello speaker. Oggi (martedì 3) c’è stata l’udienza per direttissima e Luciano ha deciso di patteggiare sei mesi con la condizionale “per possesso di segni distintivi contraffatti e cognizione illecita di comunicazioni o conversazioni telefoniche”. “Se per cinque anni non andrai in giro a fare il poliziotto quest’esperienza sarà cancellata“, gli ha detto il giudice Aurelio Barazzette; “Volevo vigilare sul territorio, dare una mano alle forze dell’ordine“, ha controbattuto prontamente il dj.

Il quarantanovenne dovrà stare quindi lontano per qualche tempo dai suoi amati ascoltatori della radio? Dj Giuseppe conduce infatti dal lunedì al venerdì 105 Music & Cars (dopo oltre quindici anni passati a Radio Deejay) insieme ad Alvin (momentaneamente sostituito da un suo collega). Quando lo speaker tornerà dall’Isola dei Famosi lo ritroverà? A quanto pare sì: infatti Luciano oggi ha fatto la puntata normalmente, ironizzando anche sull’accaduto: “Giuse giura di dire la verità, tutta la verità, tutt’altro che la verità“. C’è qualcosa che non quadra…

Foto by Facebook

Impostazioni privacy