Jack Savoretti, “The other side of love” racconta l’altro lato dell’amore

Da domani, martedì 24 marzo, sarà in rotazione radiofonica The other side of love, il nuovo singolo di Jack Savoretti, famoso cantautore londinese di origine italiana. La canzone è estratta dal suo ultimo disco Written in scars, uscito lo scorso 24 febbraio, ed il videoclip ufficiale (diretto da Chris Faith e prodotto da Fat Limon) ha sfiorato cinquantamila visualizzazioni in meno di dieci giorni. “Sono entrato in studio con Sam Dixon – ha dichiarato Savoretti riguardo il brano – e lui mi ha fatto ascoltare al pianoforte questo incredibile giro di accordi che abbiamo immediatamente adorato tutti e due. La melodia ci ha portato indietro nel tempo, ci ha fatto tornare alla musica della nostra giovinezza e a quei tempi“.

Mentre ascoltavano quelle note, Jack ha iniziato a chiedersi che tipo di testo avrebbero potuto abbinare. Ha così pensato di scrivere una canzone d’amore: “Ma non d’amore in senso lato – ha continuato – volevo scrivere dell’altro lato dell’amore“. Quelle sfumature di cui non si parla mai, ovvero la parte che fa male. E così i temi trattati sono l’abuso fisico e alcune delle difficoltà che riguardano gli omosessuali come per esempio il non poter essere orgogliosi di mostrare liberamente i sentimenti nei confronti di un’altra persona. “Quest’ultimo argomento – ha concluso – anche se qui è trattato dal punto di vista sessuale, può riferirsi anche a tutta un’altra serie di pregiudizi come quelli legati alla razza, a motivi religiosi, a differenze culturali. Pregiudizi che troviamo ancora inspiegabilmente presenti ai giorni nostri“.

Non a caso tutto l’album è un viaggio introspettivo, con considerazioni intime e private sulla propria esistenza, mantenendo sempre uno sguardo attento alla politica attuale e alla società. Dopo il successo del tour inglese, Jack arriverà in Italia e sarà il 17 aprile al New Age Club di Roncade in provincia di Treviso, il 18 al Teatro Miela di Trieste, il 21 al Locomotiv club di Bologna, il 22 al Blue Note di Milano, il 23 all’Hiroshima Mon Amour di Torino, il 24 al Teatro della Tosse di Genova, il 26 al Marte – Cava dei Tirreni di Salerno ed infine il 28 aprile all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Foto by Facebook

Impostazioni privacy