Noel Gallagher, on line il video di Riverman: “Il lavoro dopo gli Oasis? Troppo costoso”

Pubblicato on line il video di Riverman, il nuovo singolo estratto da Chasing Yesterday, l’album dei Noel Gallagher’s High Flying Birds uscito su etichetta Sour Mash Records. Nel videoclip, che vi mostriamo in fondo all’articolo, tra strani giochi di luci e un particolare montaggio di immagini, vediamo soprattutto Gallagher suonare la chitarra e cantare malinconicamente. Lui, che non ha mai accettato di buon grado di girare le scene sul set: Odio i ca**o di video, ha commentato ai margini della pubblicazione del Time Flies DVD degli Oasis.

“Odio il fatto che costino una fortuna – ha spiegato – odio il fatto che devi essere sul set alle 8 della mattina fino alle 8 del mattino successivo. Odio il fatto che le persone che sono lì vogliono farti credere che stanno girando Apocalypse Now. Come al solito, una buona parola per tutto ciò che lo circonda, insomma. Gallagher ha recentemente affermato inoltre di aver perso “un casino di fottuto denaro” durante la carriera seguita all’abbandono della storica band. “Tutto ciò che ho fatto da quando ho lasciato gli Oasis proviene dalle mie tasche – ha affermato – devi pagare il tour, gli stipendi…”.

La cifra spesa per la realizzazione dell’album sarebbe così alta che Noel ha anche ammesso di aver dovuto nascondere il tutto a sua moglie, Sara MacDonald, che quando infine ha saputo quanto il marito aveva investito nel progetto sarebbe rimasta più che sorpresa. “E’ andata fuori di testa, ha riferito il musicista, che ha anche spiegato che la sua scelta è stata motivata dal rifiuto di firmare accordi con etichette discografiche. Una scelta che si è rivelata fortunata, in fondo, visto che l’album al momento sta andando abbastanza bene sul mercato, basti pensare alla calda accoglienza che il cantante e il suo gruppo hanno ricevuto in Italia durante il loro concerto al Fabrique di Milano lo scorso 14 marzo (QUI I VIDEO DELLA SERATA). Eppure, si sa, far felice Gallagher non è mai un’impresa semplice.

Foto: Youtube

Impostazioni privacy