“Era una vita che ti stavo aspettando”: Francesco Renga approda in radio [AUDIO]

Arriverà in radio venerdì prossimo, 24 aprile, Era una vita che ti stavo aspettando, il nuovo singolo estratto dall’album di Francesco Renga, Tempo reale, un disco che è stato accolto con calore dal pubblico lo scorso anno. La canzone arriva dopo il successo di L’amore altrove, che Renga ha cantato in duetto con la collega Alessandra Amoroso (QUI IL VIDEO), ma anche dopo gli altri brani estratti dal suo ultimo disco, A un isolato da te e Il mio giorno più bello nel mondo (VIDEO).

Possiamo aspettarci, anche in questo caso, che l’arrivo in radio venga seguito da un nuovo video? Speriamo di sì, ma al momento sembra prematuro parlarne e i fan possono comunque godersi la bella notizia. Anche perché Francesco è molto impegnato in queste settimane, come sa bene il pubblico che lo segue, tra il suo ruolo di giudice per Amici di Maria De Filippi e la preparazione del suo mega-concerto all’Arena di Verona.

“Un sogno che si realizza”, ha definito Renga questo evento speciale, che lo vedrà esibirsi sul palco proprio insieme ad Alessandra Amoroso, ma anche con Elisa (accanto a lui ad Amici nel ruolo di coach) e Fiorella Mannoia. Considerando che Tempo reale, pubblicato per Sony Music, è stato in vetta alle classifiche degli album più venduti del 2014 per ben quaranta settimane e che Il mio giorno più bello nel mondo è stato certificato con un doppio platino, guadagnando la terza posizione nella classifica dei video italiani più visti su Vevo Italia, possiamo ben sperare anche per questo nuovo pezzo in rotazione radiofonica.

Il suo pubblico, infatti, già esulta alla notizia: Bellissima canzone, la mia preferita!”, “Ottima scelta”, “La più bella delle tue poesie“, “Canzone meravigliosa, come te! e così via. Prepariamoci, dunque, a un nuovo punto messo a segno dal cantautore, che nel frattempo ha aggiunto altre due date al suo Tempo Reale Extra Tour 2015: in calendario anche le tappe toscane a Forte Dei Marmi (LU), il 7 Agosto, e a Bolgheri (LI), l’8 Agosto.

Foto: Facebook

Impostazioni privacy