Simple Plan in Italia: concerto a Treviso, a Roma sul palco con i Linkin Park

Dopo la notizia del concerto dei Linkin Park al Rock in Roma il prossimo 6 settembre (QUI tutte le informazioni al riguardo), è stata comunicato oggi, 12 maggio, che ad accompagnarli sul palco, come special guest, ci saranno i Simple Plan, gruppo musicale pop punk franco-canadese. Novità molto gradita per il pubblico, che si sta già scatenando su Twitter con una marea di commenti: “Sto impazzendo – scrive una fan – ringrazio veramente i Simple Plan per averci mandate in confusione.

Si legge ancora: “Cosa significa che i Linkin Park faranno il concerto insieme ai Simple Plan? Stiamo scherzando?“, “Sto morendo! e così via. Se questo non bastasse a mandare già “nel pallone” i fan italiani, il gruppo sarà inoltre in concerto il 5 settembre all’Home Festival di Treviso, altra notizia bomba che ha fatto esplodere il Web. Tra l’altro i biglietti per questo appuntamento, disponibili sui siti homefestival.eu, ticketone.it e mailticket.it, hanno anche un prezzo alla portata di tutti, anche dei più giovani: 15,50 euro, più diritti di prevendita.

Più costoso, ovviamente, il ticket per il concerto con i Linkin Park a Roma (57,50 euro più prevendita, come segnalato dal sito di TicketOne), ma considerando che si tratta di due gruppi rivoluzionari “al prezzo di uno”, è una spesa ragionevole, in fondo. Dopo quattro album in studio, la band ha annunciato nel luglio del 2014, attraverso un video su YouTube, di essere al lavoro per un nuovo disco, ma la musica non è l’unica cosa che sta a cuore al gruppo.

Nel 2005, infatti, i musicisti hanno creato la “Simple Plan Foundation”, finalizzata ad aiutare i giovani con problemi di droga o alcool, ma anche depressione, povertà e guerra. La loro organizzazione ha inoltre soccorso bambini e adolescenti malati o con handicap e, ovviamente, ha aiutato a promuovere l’insegnamento della musica nelle scuole. Nel 2012 i Simple Plan sono riusciti addirittura donare più di un milione di dollari in beneficenza, ricevendo diversi premi per aver dimostrato così tanto impegno nel settore no-profit.

Foto: Facebook

Impostazioni privacy