Tiziano Ferro diventa “super-coach” per i talenti di RDS Academy

Andrà in onda domani, lunedì 1 giugno, la finale di RDS Academy, il programma ideato da RDS e Vanity Fair e finalizzato a realizzare il sogno di talenti che vorrebbero trasformare la loro passione per la radio in un lavoro: tre i concorrenti rimasti in gara, ad attenderli, invece, un coach d’eccezione, Tiziano Ferro, che per l’occasione ha deciso di sospendere i suoi molti impegni (ricordiamo che, tra le altre cose, il cantante di Latina sta per dare il via al suo tour estivo). La finale andrà in onda lunedì 1 giugno alle 20,10 su Sky Uno HD e in chiaro su Cielo (canale 26 DTT) sabato 6 giugno alle ore 9.00.

La radio è il mio primo amore, ha spiegato Tiziano, che metterà alla prova i tre finalisti chiedendo loro di commentare la sua personale top five, ma anche di affrontare il ‘disannuncio’ di alcune canzoni a sorpresa, riconoscendone titolo e cantante. “Apprezzo questo programma – ha spiegato la star, che recentemente ha anche preso parte alla finale di The Voice of Italy in qualità di ospite – perché mi piace il concetto di accademia, ogni percorso artistico deve prevedere una formazione.

Ma le sorprese per Alessandro Corsi, Melania Agrimano e Riccardo Russo, ovvero i tre concorrenti rimasti in gara, non sono finite: dovranno infatti intervistare Nek, altro Big che prenderà parte alla puntata, per affrontare poi la prova a eliminazione, ovvero l’improvvisazione su temi quali il tradimento, il matrimonio, la convivenza e lo stadio, argomenti scelti dai tre giudici Anna Pettinelli, Matteo Maffucci e Giuseppe Cruciani.

I due talenti che supereranno tale prova dovranno poi vedersela con un’intervista in inglese ad un altro ospite, un artista internazionale, Alvaro Soler, che presenterà anche il singolo che lo sta portando al successo, El mismo sol, canzone già cantata anche durante The Voice of Italy e destinata a diventare il vero tormentone dell’estate 2015 (QUI informazioni e video ufficiale). Chi vincerà? Come se la caverà Tiziano come coach? Staremo a vedere.

Foto: Twitter

Impostazioni privacy