Negrita, 1989 in radio dal 12 giugno: “E’ rimasto nel cassetto per dieci anni” [AUDIO]

Sarà disponibile dal prossimo 12 giugno 1989, il secondo singolo dei Negrita estratto dall’album 9 (prodotto da Fabrizio Barbacci per Universal Music Italia) che ha esordito al primo posto della classifica degli album più venduti ed è stato recentemente premiato con il Disco d’Oro. La canzone arriva in radio solo oggi, anche se in realtà è nel cassetto della band da oltre dieci anni: “Questo brano è rimasto in un cassetto per una decina d’anni – ha raccontato il leader PauPer fortuna Cesare (Mac, il chitarrista e fondatore insieme al cantante, ndr) ed io siamo due buoni archivisti, così ogni tanto ritroviamo cose che sarebbe stato un peccato perdere“.

Il pezzo vuole far riassaporare l’atmosfera di un anno determinante per i cambiamenti sociali: impossibile dimenticare le proteste di piazza Tienammen in Cina e la caduta del muro di Berlino. Il tutto visto dagli occhi sognanti della giovinezza (allora il cantante aveva ventidue anni, mentre Cesare e l’altro chitarrista Enrico/Drigo solo venti). L’ultimo lavoro discografico è stato masterizzato da Ted Jensen allo Sterling Jensen di New York, in America e contiene tredici brani che recuperano le radici più rock del gruppo.

Il gioco (guarda il video su Velvet Music), Poser (guarda il video su Velvet Music), Se sei l’amore (guarda il video su Velvet Music) sono stati i primi brani a circolare in Rete e a riscuotere un enorme successo. Intanto i ragazzi si preparano il tour che inizierà il prossimo luglio: saranno il 23 al Castello Scaligero di Villafranca (Vr), il 25 allo Stadio Mirabello di Reggio Emilia, il 30 al Vulcano Buono di Nola, il 1 agosto all’Arena Sant’Elia di Cagliari, il 7 alla Piazza Grande di Gubbio, il 18 al Cose Pop Festival di Monteprendone (Ap), il 20 al Palasport di Castel di Sangro (Aquila), il 22 a Piazza San Bartolomeo di Castagnole delle Lanze (At), il 28 alla Cava degli Umbri di San Marino, il 30 al Rock in Roma, il 1 settembre al Teatro Antico di Taormina (Messina) ed infine il 4 a Piazza Duomo di Prato.

Foto by Facebook

Impostazioni privacy