Emma Marrone senza tour estivo si annoia: la invitano a feste, matrimoni e sagre

“Mai più un’estate senza tour…che noia mortale!”, ha “cinguettato” su Twitter Emma Marrone oggi, 9 luglio. Subito si sono scatenati i suoi fan, che hanno iniziato a incitarla a fare concerti senza bisogno di dare il via a un vero e proprio tour. Tutto, pur di averla sul palco. Ma in Rete c’è stato anche chi ne ha approfittato per fare ironia, lanciando l’hashtag #facciamocantareEmma e inventando i luoghi e le occasioni più improbabili dove la cantante potrebbe o dovrebbe esibirsi.

Sagre, matrimoni, riunioni di famiglia, feste di paese, sono state fatte davvero le proposte più assurde: #facciamocantareEmma alla Sagra del Cunigliolo Fritto!”, “Sul terrazzo di casa mia così i vicini la notte non russano”, “Al fans club di Marco Carta! Un derby, praticamente”, “In un video di Razzi“, “Al falò di Frragosto, così io posso pomiciare tutto il tempo”, “Al mio matrimonio, così faccio contenta la cognata e vale come regalo ai testimoni” e così via.

 

La fantasia si è davvero scatenata. Eppure risulta incredibile pensare che davvero Emma possa annoiarsi: dopo il successo come coach ad Amici di Maria De Filippi, è tornata subito al lavoro sul nuovo album, ha dato alla luce il singolo Occhi profondi, è stata super-giudice al Coca Cola Summer Festival (QUI IL VIDEO) e con Elisa e i The Kolors è stata uno degli ospiti più graditi della serata dedicata alla presentazione dei prossimi palinsesti Mediaset (dove si è esibita in duetto con la collega), questo solo per citare i suoi impegni più recenti.

Eppure sembra che abbia ancora forza e voglia per dedicarsi alla sua musica, ai live, ad “abbracciare” i suoi fan dal vivo, quel pubblico che forse è il motivo per cui la giovane cantante ha così tanta energia. Il tour, quello vero, lontano dagli scherzi su Internet, deve ancora essere annunciato ufficialmente, ma si può prevedere che appena sarà il momento di dare il via ai concerti Emma avrà ben poco tempo per annoiarsi.

Foto: Twitter

Impostazioni privacy