Skunk Anansie: il nuovo video “Death To The Lovers” e la zona grigia tra amore e odio

Gli Skunk Anansie hanno pubblicato un nuovo video, Death To The lovers, secondo estratto del disco dal curioso titolo Anarchytecture. L’album è uscito lo scorso 15 gennaio per Carosello Records piazzandosi immediatamente al quinto posto dei dischi più venduti in Italia. Le immagini del video in bianco e nero si sposano perfettamente con il suono di questa ballad struggente, dove l’amore e i suoi aspetti negativi sono sicuramente in primo piano. Il brano è già in rotazione radiofonica e mette in risalto il marchio di fabbrica degli Skunk Anansie e di Skin, a cui tutti ormai sono affezionati.

Il pezzo narra della “perdita di intimità in una relazione, quell’area grigia tra amore e odio in cui si finisce poco prima di capire che una relazione è davvero finita”, questo dichiara la cantante.” Vengono fuori infatti quel senso di disperazione e tristezza di chi sa che un amore non può andare più avanti. Riguardo il lato musicale invece il brano mette in risalto la musicalità degli Skunk Anansie, a cui vengono aggiunti degli elementi di elettronica e sonorità contemporanee.

La leader della band, Skin, afferma che l’ultima versione del video è stata realizzata in 5 giorni, da un’idea semplice ma forte; 4 ragazzi che lasciano un matrimonio che per qualche motivo non è avvenuto, dove Skin stessa interpreta la sposa. Un video che rispecchia un periodo non proprio positivo vissuto dalla cantante, secondo alcune dichiarazioni della stessa Skin. Death To The Lovers è stato eseguito live anche a “Che tempo che fa“, il programma di Fabio Fazio in onda su Rai 3. Gli Skunk Anansie oltre a suonare dal vivo il nuovo singolo hanno omaggiato David Bowie con una loro versione molto toccante di Space Oddity.

Ora l’Italia attende le date live della band, che si esibirà in varie città della penisola tra cui Roma e Milano (già sold out).

Foto di Facebook

Impostazioni privacy