“La solitudine”, brano iconico di Laura Pausini: il retroscena di cui solo pochi sono a conoscenza

‘La solitudine’ è il titolo del brano iconico di Laura Pausini: la cantante al riguardo ha svelato un ‘retroscena’ molto interessante.

Laura Pausini nell’ultimo periodo si è spostata molto per portare la sua voce e circondare l’atmosfera con magia e sentimento. Sicuramente è da inserire nel cerchio degli artisti più bravi in assoluto, tra quelli che hanno segnato la musica italiana e che continuano a farlo. Nonostante dagli esordi siano passati anni, riesce ancora a lasciare, tutte le volte che pubblica una canzone, gli ascoltatori senza parole.

Difficile che ciò non accada, la cantante è estremamente talentuosa. Dal debutto ad oggi moltissime delle sue canzoni hanno lasciato il segno e il tempo non le ha assolutamente cancellate dalla memoria. Basti pensare al singolo La solitudine, cantato nelle piazze e negli angoli delle strade, in piccoli spazi privati o di fronte ad altre persone. Ebbene, proprio in riferimento a questa canzone, c’è un retroscena che non tutti sono a conoscenza.

Laura Pausini e il ‘retroscena’ sul brano La solitudine: il racconto della cantante

Nonostante in tutti questi anni La solitudine, brano di successo di Laura Pausini, sia stato cantato a squarciagola in ogni angolo del mondo e in tante lingue, in molti non sono a conoscenza di un retroscena ad esso legato. Tempo fa, agli inizi della sua carriera, quando le furono proposti diversi brani dal compositore e produttore Angelo Valsiglio e dal manager Marco Marati, tramite la redazione de Il resto del Carlino, fu subito colpita da quel testo.

laura pausini brano la solitudine
Laura Pausini svela un retroscena sul brano La solitudine (Foto Ansa) velvetmusic.it

Come lei stessa ha svelato in un’intervista a Gianni Minà, il racconto riportato era perfettamente in linea con la sua storia, nonostante fosse stato scritto da due ‘sconosciuti’. La partenza, però, dato che il brano era di Valsiglio e Marati, era rivolta ad una donna, e faceva ‘Anna se n’è andata‘. Laura colpita dalle similitudini di quella narrazione con la sua, visto che allora si svegliava davvero alle 7:30 per prendere il treno e andare a scuola, propose di cambiare il nome.

C’è un motivo se la cantante ha scelto proprio Marco come esordio de La solitudine, e lo ha raccontato nella stessa intervista. “Marco era il mio fidanzatino dell’epoca e per questo quando cantavo quel brano mi emozionavo tanto”. Su questa storia d’amore, la Pausini è tornata a parlare nel 2014, a TV Sorrisi e Canzoni, rivelando il modo in cui quel ragazzo la lasciò: “Mi ha lasciato nel modo peggiore, ha baciato un’altra davanti a tutti”. Nonostante la sofferenza giovanile, nel tempo Laura e il suo ex sono riusciti a mantenere un buon rapporto.

Impostazioni privacy