“Cambia tutto, forse è giusto così”: la severa considerazione di Mara Maionchi sul suo lavoro

La dichiarazione di Mara Maionchi ha lasciato a bocca aperta un pubblico che da anni la segue con entusiasmo.

Come non associare Mara Maionchi ad un personaggio televisivo irriverente e senza peli sulla lingua. La sua ironia è stata la chiave che ancora oggi, a 82 anni, la rende protagonista di diverse trasmissioni cult. Mara è quindi diventata nel tempo icona indiscussa delle nuove generazioni, che portano una grande stima nei confronti della donna; gli stessi che sono rimasti basiti dalla recente dichiarazione in merito al suo lavoro.

Il suo trampolino nel mondo televisivo fu nel 2008, quando Mara divenne la nuovissima giudice di X Factor. Questa per lei fu l’esperienza decisiva, che visto il successo riscontrato, prosegui per ben quattro edizioni di fila. Tuttavia, come accennato in precedenza, questo fu solo l’inizio di una serie di collaborazioni importanti che la videro presente anche in Amici di Maria De Filippi, Italia’s Got Talent e Io Canto. Insomma, la donna si trovò all’interno di numerosi talent show e programmi che al canto loro, necessitano di una persona tecnicamente professionale, senza peli sulla lingua e in grado di intrattenere piacevolmente il pubblico: Mara è sempre stata perfetta per questo ruolo. 

L’amara riflessione di Mara Maionchi

Sebbene alcuni artisti riescano a cavalcare l’onda del successo anche con il passare del tempo, spesso la vita li mette di fronte a delle scelte, spesso amare, ma sicuramente necessarie. Mara non rinnega nulla, ma durante un’intervista di Omar Schillaci per Sky TG24, ha raccontato a cuore aperto un aspetto della sua vita sino ad ora sconosciuto. In questo racconto ha fatto un’amara considerazione, che ha portato lei stessa davanti ad una scelta.

Mara Maionchi
Mara Maionchi alla presentazione del programma “Quelle brave ragazze” (fonte: Ansa) – velvetmusic.it

Per capire quanto accaduto, è giusto fare un salto indietro nel tempo. Mara, classe ‘41, si è avvicinata al panorama musicale quando venne assunta presso la casa discografica Ariston Record. Successivamente trovò un altro impiego, ossia presso la Numero Uno, fondata da nomi importanti come Mogol e Battisti. Da quel momento la sua carriera era totalmente incentrata sulla musica, tanto che la chiamarono diverse case discografiche per collaborare con lei. La sua vocazione era quella di far emergere e lavorare al fianco di nuovi talenti. Mara vanta la scoperta di artisti del calibro di  Gianna Nannini, Eduardo De Crescenzo, Mango e Tiziano Ferro. Tuttavia, dopo tutti questi anni dove è stata devota alla musica, la bolognese ha deciso di dedicarsi interamente alla tv.

La verità sulla carriera di Mara Maionchi

Ho capito che non servivo più, ha risposto Mara Maionchi alla domanda sul perché abbia deciso di cambiare strada professionale. “Ormai gli artisti facevano tutto da soli – ha spiegato la bolognese – perché queste opportunità tecniche gli danno molta possibilità di lavorare da soli, di ascoltarsi”. Le sue parole denotano un filo di amarezza su quanto la tecnologia sia stata in grado di sostituire il lavoro di anni. Tuttavia, prosegue: “Noi non interessavamo più e questo forse è giusto, cambia tutto”. Alla fine, ad oggi, Mara è riuscita a cavalcare il cambiamento e a farlo diventare un’opportunità.

Impostazioni privacy