Lil Baby, spari al concerto, feriti: arena evacuata | Video

Momenti di grande tensione al concerto di Lil Baby a causa di una sparatoria avvenuta tra alcuni spettatori

Sono in corso indagini per capire le cause e individuare i responsabili di quanto è accaduto al FedEx Forum di Memphis, Tennessee, giovedì scorso durante un concerto di Lil Baby.

Stando a un primo sommario rapporto di polizia ufficializzato dal dipartimento di Memphis, l’arena che ospitava il concerto sarebbe stata teatro di una violenta sparatoria che ha coinvolto alcuni degli spettatori. Una persona risulta ferita in modo grave ed è ricoverata in pericolo di vita al Regional One Health.

Lil Baby, sparatoria al concerto

Tutto sarebbe accaduto intorno alle 22.20. Un uomo armato con una pistola automatica avrebbe fatto fuoco tra la folla colpendo una persona, ferita in modo grave, e sfiorandone almeno altre tre persone.

Le successive testimonianze, tuttavia, non sono riuscite a chiarire chi e perché abbia sparato in mezzo alla folla in quella che poteva essere una vera e propria strage. Gli inquirenti hanno visionato quasi tutte le immagini a disposizione dalle telecamere a circuito chiuso. Individuate anche alcune persone che avrebbero firmato l’accaduto con i propri telefonini. Ma per il momento con il tentativo di risalire al sospetto non è andato a buon fine.

Altre due persone sarebbero state costrette ai soccorsi del personale medico dislocato all’interno dell’arena ma per questioni legate allo shock dell’accaduto e non sarebbero state colpite dai proiettili esplosi.

Concerto sospeso, arena evacuata

Questa la dichiarazione con la quale il dipartimento di polizia di Memphis ha confermato l’accaduto senza tuttavia ufficializzare un fatto che alcuni testimoni avrebbero riportato. E cioè che a far fuoco sarebbe stata anche la polizia: “Un adulto vittima di una sparatoria è stata Identificata e trasportata al Regional One Health in condizioni critiche. In questo momento, l’identità del tiratore è sconosciuta. Non sono stati segnalati altri feriti e gli agenti presenti hanno operato in sicurezza per sgomberare completamente tutta la struttura”.

Lil Baby fotografato di recente al Coachella Valley Music and Arts Festival
Lil Baby fotografato di recente al Coachella Valley Music and Arts Festival – Credits ANSA (VelvetMusic.it)

La sparatoria è avvenuta quando il concerto era già cominciato. Lil Baby, che per il momento non ha ancora commentato la sparatoria, aveva eseguito sei canzoni in quella che è stata una mezz’ora di repertorio rispetto alla scaletta complessiva che doveva essere di circa due ore. Immediatamente dopo la sparatoria e l’intervento degli agenti, il personale di sicurezza all’interno dell’arena ha richiamato l’attenzione del rapper che ha fatto ritorno nel backstage. Da quel momento il concerto non è più ripreso anche perché inizialmente non si è capito se quanto accaduto potesse essere in qualche modo riconducibile a una minaccia nei confronti dell’artista.

La ricostruzione di quanto è accaduto

Nei primi rilievi si è intuito che la sparatoria è avvenuta nel parterre dell’arena dove erano assiepati alcune migliaia di spettatori.

Un telefonino riprende il momento della sparatoria

In pochi minuti si sono riaccese le luci e il pubblico ha sgomberato l’arena con la polizia che ha facilitato la fuoriuscita di tutti gli spettatori.

Lil Baby aveva lanciato il suo tour It’s Only Us a luglio. Non senza qualche incidente di percorso. Il rapper ha inizialmente annullato sette spettacoli sull’itinerario originale, poi ha cancellato dai suoi artisti di apertura Kid Laroi proseguendo con il supporto di GloRilla, Rylo Rodriguez, Gloss Up e Hunxho.

Lo spettacolo in programma questa sera a Nashville è regolarmente confermato in attesa che le indagini facciano definitivamente chiarezza su quanto accaduto a Memphis.

 

Impostazioni privacy